domenica 1 settembre 2013

Girandole bicolori con il secondo impasto base nr XX di Ornella

Dal primo momento che ho visto i Boller bicolori di Ornella (fatti per la sfida lanciata dalla Cuochina per un nuovo impasto a lei dedicato) ho deciso che al più presto avrei fatto qualcosa di simile.
Ma nel frattempo ho visto in rete delle belle girandole ed ho unito le due cose. 
Le due diverse forme di girandole sono dovute a necessita: il primo e l'ultimo pezzo triangolare non poteva avere la girandola da entrambi i lati, ed il terzo è un triangolo venuto troppo sottile tanto da non mantenersi in piedi :))
Come ho fatto:
L'interno a strati della girandola
Ingredienti
  • 200 g di farina di forza
  • 100 g di licolfico attivo
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
  • 70 g di acqua calda
  • 40 g di burro
  • 40 g di zucchero vanigliato
  • 1/2 cucchiaino di aroma arancia
  • 1 cucchiai di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di cristalli di zuccherodi canna
  • 1 cucchiaio di uva passa
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • uovo ed acqua per spennellare

Ho sciolto il burro nell'acqua calda, poi l'ho lasciata intiepidire. Nella planetaria ho inserito licoli, l'acqua con il burro ed il malto. Ho fatto amalgamare il tutto ed ho unito la farina setacciata e lo zucchero.
Ho lasciato impastare per qualche minuto, fermato la planetaria, messo il suo coperchio e lasciato riposare l'impasto per mezz'ora circa (autolisi). Quindi, ho riavviato la planetaria, aggiunto il sale e 1/2 cucchiaino di aroma arancia e fatto impastare per 10~15 minuti. A questo punto ho diviso in due l'impasto (250gr e 200gr), alla parte più piccola ho aggiunto il cacao ed ho impastato a mano facendolo inglobare ben bene. Ho arrotondato i due impasti e messi in due ciotole, leggermente unte, a riposare per un'ora a temperatura ambiente, quindi ho coperto con pellicola per alimenti le due ciotole e riposte in frigo per tutta la notte.
L'indomani ho lasciato le ciotole a temperatura ambiente per un'ora circa, quindi ho steso entrambi gli impasti, ho sovrapposto la parte col cacao sulla neutra. Ho messo sopra l'uva passa tagliuzzata e i cristalli di zucchero di canna. Ho arrotolato l'impasto e fatto lievitare sino al raddoppio.
Ho tagliato diagonalmente il salsicciotto, creando dei triangoli che ho raddrizzato. Li  ho fatti lievitare ancora due ore circa e, con una bacchetta di legno, ho pressato sul lato piccolo del triangolo, .spennellati con uovo ed acqua e fatti cuocere a 220°C per 15 minuti, e a 200°C fino a cottura.
 L'unica cosa che posso dire è che meritano!!!! L'impasto è eccellente e la forma mi piace molto.


 

 *******************************
******************************* 


5 commenti:

  1. Mmmmmmmmm che buoni !!!!!!!!
    Ne prendo uno per merenda ........
    Un bacione :-)))

    RispondiElimina
  2. Favolosi, tu ed Ornella siete fantastiche e mi fa piacere che, malgrado l'ulteriore lontananza, continuate a scambiare "Quanti modi di fare ...". Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Che meraviglie golose!!!
    Colazione perfetta, buona giornata!
    Carpiatissimo con doppio avvitamento ;-)))

    RispondiElimina
  4. Grazie, siete sempre tanto carini
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Girandoline girandoline..nel vostro girar potreste in Norvegia arrivar? :-) Favolose!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)