sabato 20 ottobre 2012

Intreccio con l'impasto base n.3 della Cuochina

Dopo un bel po' di tempo, ecco che la Cuochina ci regala un altro meraviglioso impasto base (il n.3). E' un impasto semplicissimo, con il quale si possono fare tantissimi tipi di lievitati.
Io ho aumentato del 50% gli ingredienti (cioè 1 parte + 1/2) ed ho fatto questi panini intrecciati (usando 4 tipi di farine), che ho arricchito di uva passa e sesamo nero. Invece della sola acqua ho unito anche dello yogurt greco. Poco prima della cottura li ho spennellati con latte e cosparsi di zucchero semolato.
Ecco come li ho fatti:
Ingredienti (in rosso le mie quantità e le aggiunte)
210 gr di farina 0      (1,5 della ricetta = 315 gr)
- 155 gr di farina di forza (12% di proteine)
- 50 gr di farina di riso
- 50 gr di farina di segale
- 60 gr di farina debole (9% proteine)
90 gr di licoli molto attivo     (1,5 della ricetta = 135 gr)
- 135 gr di licol-frutta (licolfico)
105 gr di acqua    (1,5 della ricetta = 160 gr)
- 85 gr di yogurt greco
- 75 gr di acqua
sale
- 1 cucchiaino di shio-kouji  (vedere qui)
oltre a
- 35 gr di uva passa
- 2 cucchiaini di sesamo nero
- poco olio per la ciotola 
- latte e zucchero vanigliato semolato per spolvero

Nella planetaria sciogliere licolfico con i liquidi, aggiungere le farine setacciate e mescolare con un cucchiaio, coprire con un canovaccio e far riposare per 30 minuti (autolisi).
 Aggiungere il sale shio-kouji (si può sostituire con sale fino) ed impastare fino a quando l'impasto non si stacca dal boccale, unire l'uva passa ed il sesamo nero e far amalgamare.

Trasferire in una ciotola appena unta d'olio, coprire con carta forno e inserire in una busta di plastica.
Far lievitare per 2 ore, ogni ora fare delle pieghe, quindi tenere in frigo per 24 ore. Togliere dal frigo e lasciare a temperatura ambiente per 3 ore circa.
Dividere in 5 pezzi da 130 gr l'uno, schiacciarne uno per volta, arrotolarlo e formare un cordoncino, legare a nodo ed unire tra di loro le due parti finali del cordoncino.
Allinearli su una teglia ricoperta da carta forno e far lievitare sino al raddoppio (circa 4 ore), spennellarli con latte e cospargerli di zucchero vanigliato semolato.
Cuocere in forno preriscaldato a 230°C  per 10 minuti e a 200°C sino a cottura (30 minuti circa).   
 I miei vicini hanno apprezzato felicemente, gliene ho portati due, saranno stati pochi????

Anche questo è per la


*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*******************************

6 commenti:

  1. Eccomi qui come promesso, appena, o quasi ;-) il profumo è uscito dal forno mi sono precipitata!! Cuochina Anna che meraviglia!!! Adoro trecce ed intrecci, grazie mille carissima sono fantastici!
    Vanno subito nella màdia! Baci

    RispondiElimina
  2. Ciao cara Anna, avrei voluto essere tua vicina di casa, che meraviglia!
    Buona domenica

    RispondiElimina
  3. Anch'io vorrei essere la tua vicina di casa!! Poi t'immagini la condivisione e la lievitazione ;-) Questi intrecci sono bellissimi e immagino anche deliziosi! Che contenta che è la Cuochina:-) Baci cara Anna

    RispondiElimina
  4. Ottima ricetta, aspetto la seconda parte del libro perché non manca molto alla fine dell'anno.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  5. Sono stupendi, devono avere la crosta bella croccante, con la giusta mollica. Interessante impasto, non so quanto facile...dovrei riprendere a panificare, ma oltre al tempo manca la giusta motivazione. Nel frattempo mi godo tranquilla tranquilla la tua visione

    RispondiElimina
  6. Ragazzi, sono sempre la solita, non riesco neanche a ringraziare per i vostri stupendi messaggio!!
    Mi perdonate???
    Siete meravigliosi ;))))

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)