mercoledì 2 ottobre 2013

Pane in cassetta con l'impasto base nr 7 della Cuochina Paola

L'impasto base nr 7 ideato da Paola mi tentava da un po', ma ancora non sono in piena forma. Alla fine sono riuscita a realizzare questo pane in cassetta color giallo zucca, e sì.. ho sostituito i ceci con la purea di zucca. 
Appena metto a mollo i ceci per la zuppa, ne terrò da parte quel tanto che basta per fare la ricetta originale di Paola. Ma anche con la zucca è buonissimo.
Ho preparato tutto home made, dai fichi secchi alla ricotta, dai semi di zucca alla granella di zucchero. Se avessi potuto, mi sarei preparato anche le farine, il latte, il miele, ecc.......
Ingredienti:
  • 100 gr licolfico
  • 80~90 gr latte
  • 100 gr farina di forza
  • 80 gr di farina di Kamut
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 50 g purea di zucca
  • 50 g di ricotta autoprodotta
  • fette e semi di zucca, fichi secchi, uva passa, granella di zucchero
Procedimento:
1) Ho affettato e sbucciato un pezzo di zucca e fatto cuocere in microonde sino a quando si è ammorbidita, appena fredda l'ho passata al setaccio.
2) Ho riscaldato il siero del mio yogurt greco, vi ho aggiunto del latte e quando si è addensato, ho messo a sgocciolare la ricotta.
3) Nel boccale della planetaria ho unito a licolfico: il miele, 50 gr di purea di zucca, 50 gr di ricotta ed il latte, ho mescolato con un cucchiaio ed ho aggiunto l'olio, appena assorbito ho unito le farine setacciate. Ho fatto amalgamare e messo a riposare per 30 minuti circa (autolisi).  
Ho, quindi, unito il sale e fatto impastare sino a quando si è incordato. Ho travasato in una ciotola appena unta e lasciato raddoppiare.
4) Ho diviso l'impasto in 3 parti e assottigliato con le mani, su uno ho allineato delle fette di zucca alla piastra che avevo preparato in precedenza, sopra ho messo un altro dischetto di impasto (assottigliato come prima) e ci ho allineato dei fichi che avevo fatto essiccare recentemente, sopra ci ho appoggiato l'ultimo dischetto di impasto (assottigliato come prima) ed ho messo una manciata di uva passa.
Ho arrotolato il tutto formando un cilindro che ho adagiato nella teglia del pane a cassetta (era un poco grandina, per questo il pane non è molto alto) appena unta, ho fatto lievitare per 3 ore e poi in frigo sino al mattino successivo.
5) La mattina ho lasciato a temperatura ambiente per un paio d'ore, ricoperto con semi di zucca, ed infornato a 220°C. 
Dopo 25 minuti circa ho spennellato il pane con miele ed acqua e ricoperto con granella di zucchero, l'ho rimesso ancora 10 minuti nel forno a 200°C.
Questo è il risultato, è soffice e profumatissimo.


Anche questo è per la


*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli) 

*******************************

6 commenti:

  1. Hai fatto bene a lasciarti tentare, sembra davvero buonissimo!

    RispondiElimina
  2. Ciao mi chiamo tiziana mi piace molto questa ricetta e tutto il blog originale e ricco di consigli utili. da oggi ti seguo se ti va passa anche da me baci http://lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Cara Anna anche questo pane e' un capolavoro sei davvero bravissima. Mi hai dato altre due idee la ricotta io la farò con il siero del kefir e l'impasto in frigo dopo averlo formato non l'ho mai fatto bella idea grazie !!!!!!
    Un bacione con abbraccio :D

    RispondiElimina
  4. Cia Anna,
    ho fatto questo pane...una lievitazione fortissima ha avuto gi in frigo...non me l'aspettavo
    Ti volevo chiedere un consiglio: sono due giorni che rinfresco il licoluva nato un anno fa'...sembra morto...non reagisce!sigh sob...che faccio ?un po' di tempo fa' l'ho rinfrescato con l'acqua leggermente frizzante e si è ripreso ma adesso non vorrei replicare!Che dici? Grazie per un consiglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, succede che licoli improvvisamente muore, a me è successo con licoli da conversione, dopo circa un anno non ha voluto più lavorare. Dopo alcune settimane ho fatto licoli con lo yogurt.
      Visto che non riesci a risvegliarlo, l'unico è rifare lo stesso rinfresco con acqua frizzante della volta scorsa, se si sveglia... bene... altrimenti...... ne farai un altro.
      Fammi sapere
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Carissima carissima Anna, la tua ricetta con il mio impasto é delizioso, come sempre tu riesci a fare magie! Ti abbraccio con tanto tanto affetto!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)