giovedì 30 agosto 2012

Lievitati con licolfrutta

Girandole dolci

A luglio, con Ornella, abbiamo dato vita a diversi licol-frutta, nuovi lievitanti partiti con l'aiuto di infusione di frutta varia. Con licol-frutta ho preparato molti lievitati le cui ricette ancora non ho finito di pubblicare. Ho già pubblicato, per i lievitati con licolprugna, i "Muffin inglesi" e i "Panini allo yogurt". Adesso è la volta delle "Girandole dolci" e del "Tarallo con semi di sesamo"
Purtroppo non riesco più a trovare gli appunti dei "Muffin briosciosi" e dei "Kurumi-pan" (pane alle noci), appena li rifaccio inserisco le ricette.

Per le girandole dolci
La ricetta è quella dei cornetti panosi che ho fatto circa un anno fa con il nuovo licoli che avevo creato a metà agosto.

Sciogliere licolanguria con l'uovo e l'acqua, unire lo zucchero, la farina, l'aroma arancia e mescolare. Lasciar riposare per 30 minuti circa.
Aggiungere il sale e poco per volta il burro a pezzi facendo amalgamare bene, travasare in una ciotola appena unta d'olio, coprire con pellicola per alimenti e lasciarlo lievitare coperto per un'ora circa.

Dividere l'impasto in 10 pezzi da 25 gr l'uno, fare dei cordoncini ed avvolgerli alla base dei coni per cornetti. Sistemarli in una teglia ricoperta da carta forno e far lievitare per 2 ore circa.
Spennellare con latte e cuocere in forno preriscaldato a 160°C fintanto che diventano dorati (25~30 minuti circa).
Far intiepidire e togliere il cono. Noi le abbiamo mangiate con del gelato alle ciliege con sopra un poco di aroma limoncello.


*************************


Tarallo con semi di sesamo

Questo è un pane molto semplice, per questo buonissimo. E' molto soffice. L'impasto è un poco morbido ed allora non ha lievitato in altezza ma in larghezza.

Per il tarallo con semi di sesamo nero
  • 160 gr di licolpesca
  • 90 gr di latte
  • 200 gr di farina di forza (12% di proteine)
  • 20 gr di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di sale
Nella planetaria versare il latte e sciogliere licolpesca, aggiungere la farina ed il latte. Far amalgamare gli ingredienti e fermare la planetaria per 30 minuti circa (autolisi).
Rimettere ad impastare ed unire il sale, quando è ben incordato trasferire l'impasto in una ciotola appena unta, coprire e far lievitare sino al raddoppio.

Sgonfiare delicatamente l'impasto e dare la forma del tarallo, lasciare lievitare sino al raddoppio, dare dei tagli ai quattro lati, spennellarlo con il latte e spolverizzare del sesamo nero.
Far cuocere a 220°C per 15 minuti e fino a cottura a 200°C.
Farlo raffreddare su una grata quel tanto che basta, perché è buonissimo mangiarlo ancora caldo.
Ho tagliato una bella fetta su cui ho adagiato un uovo al tegamino con solo sale e curcuma.
Goduria pura :D

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************

6 commenti:

  1. Ci credo che sia goduria pura! Il tarallo con semi di sesamo è molto molto invitante.

    RispondiElimina
  2. Ciao Carissima,
    una girandola è mia!!!
    Bravissima. Un abbraccio doppio

    RispondiElimina
  3. Quella montagnola di gelato, sicuramente preparato home made, sopra a quelle deliziose girandole fa venire l'acquolina in bocca di primo mattino!! E che dire del tarallo al sesamo? Ho del salamino piccante in frigo...:-D
    Ho la mela in infusione :-)
    Baci e buona domenica carissima

    RispondiElimina
  4. ho scoperto adesso il licolfrutta, che meraviglia, grazie!io non sono brava nei lievitati, qui però posso imparare, mi segno questi articoli e prima o poi appena trovo il coraggio ci provo ^_^
    ti ringrazio e ti faccio sinceramente tanti complimenti, queste cose dedvon esser buonissime, sei davvero bravissima, complimenti DAVVERO!

    RispondiElimina
  5. Cara Anna, passare da te è sempre un piacere, scopro ricette e tecniche strepitose!

    Ps. Sono molto indietro con il quanti modi, farò il possibile per partecipare, il lavoro e una pausa che mi sono presa dal blog e da internet mi hanno rallentato negli esperimenti!

    Bacini

    RispondiElimina
  6. @Fr@
    @vittoria
    @ornella
    @Erica
    @Artù

    Faccio ancora in tempo a ringraziarvi???
    Sono imperdonabile ;-))
    Siete tutte stupende, grazie mille.
    Baci a tutte

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)