martedì 22 maggio 2012

Danubio con l'impasto base nr.1 della Cuochina

Usare il lievito naturale in coltura liquida (licoli) è sempre un piacere, adesso ci si è messo di mezzo anche licoluva (il nuovo nato dei miei lieviti) che, per la sua grande voglia di dare sempre il meglio di se, mi fa stare spesso e volentieri con le mani in pasta.
E come potevamo (io e licoluva) restare indifferenti e far finta di non vedere il gioco con il lievito liquido che ha ideato la Cuochina di Quanti modi di fare e rifare?
Ci ha dato le dosi per un lievitato da fare con il lievito liquido e ci ha detto che potevamo cambiare la natura degli ingredienti senza modificarne il peso. Io ho proceduto così
(in rosso i diversi ingredienti che ho usato)
  • 100 gr di licoli attivo (licoluva dopo due pseudo-rinfreschi)
  • 160 ml di latte (100 ml di latte e 60 ml di acqua)
  • 10 gr di zucchero (zucchero di canna)
  • 1 tuorlo
  • 300 gr di farina di forza (280 gr di mix farina di riso e di semola e 20 gr di segale)
  • 15 gr di burro a temperatura ambiente (strutto home made)
  • poco sale
per fare un "Danubio". I panini li ho farciti con uvetta, albicocche, noci e per abbellirlo ho usato un po' di semi di zucca, ed ho spolverato con un po' di semola rimacinata
Nella planetaria ho sciolto licoluva con il latte e l'acqua, unito lo zucchero di canna, il tuorlo e le farine. Ho fatto amalgamare un poco e fatto riposare 10~15 minuti, quindi ho aggiunto il sale e per ultimo lo strutto. Ho fatto impastare sino ad incordatura, ho trasferito l'impasto in una ciotola appena unta, dopo mezz'ora circa ho fatto delle pieghe a tre, dopo un'altra mezz'ora ancora delle pieghe a tre. Quindi ho lasciato lievitare sino al raddoppio (circa 6~7 ore).

Ho diviso in 9 pezzi, di questi: 3 li ho farciti con uvetta, 3 con albicocche secche e 3 con gherigli di noci e li ho arrotondati a panini, spolverandoli con semola rimacinata.

Ho ricoperto una teglia con carta forno bagnata e strizzata e ci ho sistemati i panini. Ho fatto lievitare sino al raddoppio (4 ore circa), spennellato un poco di latte e fatto cadere a pioggia i semi di zucca.
Ho infornato a 230°C per 10 minuti, ed a 180°C sino a cottura, lasciandolo cuocere fuori dalla teglia, sulla griglia, gli ultimi 5 minuti.
L'interno è sofficissimo grazie alla perfetta idratazione. Siamo grate alla Cuochina per averci fatto conoscere questo favoloso impasto che penso possa essere usato per diversi tipi di lievitato.
Ho già in mente qualcos'altro :D
L'ho detto all'inizio che è difficile staccarsi da questo lievito ;-)

Intanto questo Danubio va diritto diritto nella màdia dei lievitati


*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************



14 commenti:

  1. Vero cara Anna, non si può fare a meno di mettere le mani in pasta!! E' una soddisfazione grande vedere questi meravigliosi lievitati! Che stupendo il Danubio è diventato enorme e chissà che bontà con varie farciture, da provare tutte!! Baci

    RispondiElimina
  2. Soffice soffice. Da l'idea di sciogliersi in bocca.

    RispondiElimina
  3. ecco, ecco anche lei! bello questo danubio!
    io sarò tarda ma non avevo capito che si potevano aggiungere ingredienti extra! adesso che lo so posso partecipare con più ricette, vero? eh?

    RispondiElimina
  4. il giochino è delizioso e la tua proposta non tradisce le aspettative.
    il danubio è sempre una gran bontà, immagino fatto con il licoli che leggerezza!

    RispondiElimina
  5. Se solo avessi tanto tempo quanto vorrei, le mani in pasta me metterei tutti i giorni tutto il giorno, uff! Quella meraviglia con quasi tutta farina di riso e io non ho mai avuto il coraggio di aggiungerne neanche un apio di cucchiai ai lievitati! Le tue mani Annina sono d'oro...ma lo sapevo già :) Un bacione

    RispondiElimina
  6. senbra sofficissimo cara Anna! Se non ricordo mai il lcoli tu eri riuscita a seccarlo e poi riutillizarlo, è possibile fare lo sesso anche con il licoluva e il licolmela? un bacio

    RispondiElimina
  7. ho sempre peparato il danubio salata...interessante il tuo ripieno
    francesca

    RispondiElimina
  8. ciao Anna,
    che buono! Ne prendo un pezzettino dalla madia, la Cuochina capirà!

    RispondiElimina
  9. @ornella
    E noi ne sappiamo qualcosa della voglia di mettere sempre le mani in pasta, vero? :D

    @Fr@
    Ed è veramente soffice, sai?? ;-)

    @nanocucina
    Ebbene sì, ci sono anch'io ;-) Dai, facci sognare ancora sì, ma leggi bene quello che dice la Cuochina: Potranno essere aggiunti semi, frutta secca o altro come farcia o abbellimento, ma gli ingredienti ed il peso dell'impasto devono rimanere quelli indicati nella ricetta, anche se la natura degli ingredienti potrà essere variata.
    Il resto qui...

    @La gaia Celiaca
    E' un impasto che si lavora meravigliosamente. Il giochino è tentatore :D

    @Federica
    Fede, qui il riso sostituise i prodotti farinosi, ci sono tanti e svariati prodotti. Nei panifici ci sono dei panini fatti solo con farina di riso molto golosi ;-)

    @Stefania
    Penso proprio di sì, Stefania. ma si attiva così velocemente (in 24 ore è già un ottimo lievitante) che non vale la pena preoccuparsi se viene a mancare :D

    @francesca
    E sai che a distanza di 4 giorni, sempre a temperatura ambiente, è ancora buonissimo? Merito del lievito liquido.

    @vittoria
    Prego, prego, cara! Visto che meravigliosa màdia ci ha preparato la Cuochina??

    RispondiElimina
  10. bellaaaaaaaaaaaaaa! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Fantastica ricetta..si vede dalla foto che è sofficissimo... mi piacerebbe provare a convertire un po' del mio LM in licoli...
    Le puccette si sono rivelate uno spettacolo!!! bacioni

    RispondiElimina
  12. ...Sull'Arno c'hai nulla??? ;-)

    Vengo da un mese di fuoco, ma adesso provo a tornare sul mio alberino ad osservarti...

    Baci da Firenze!

    RispondiElimina
  13. sofficissimo davvero!
    e alto come un panettone!!!
    bellissimo e per me la prima volta che vedo un danubio... che voglia di panificare di nuovo che mi hai fatto venire :)

    RispondiElimina
  14. @sississima
    Grazie Silvia :D

    @elena
    E cosa aspetti a provare a convertire una piccola parte del tuo LM in licoli? Non te ne pentirai ;-)

    @antonella
    L'Arno mi sta fuori mano :)))
    C'è vento sul tuo albero??
    Baci dall'altra parte del mondo :D

    @My Italian Smörgåsbord
    Il lievito naturale è tentatore, vero?? Difficile starne lontani :)

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)