lunedì 4 maggio 2009

Puccia tarantina rivisitata


Da piccola mi piaceva mangiare "a' puccia alla vampa" (piccoli pani cotti vicino alla fiamma del fuoco del forno a legna).
Mia madre, quando preparava il pane, lasciava sempre un poco di impasto con cui faceva questi pani da cuocere sulla pietra del forno e far mangiare a noi figli, pieni di pomodoro ed olio d'oliva.

In quel caso l'impasto era quello del pane con il crescente (lievito) che lievitava tutta la notte .
Io ho usato un procedimento molto più veloce e, logicamente, con cottura nel forno di casa.

Per un piccolo assaggio:
75 gr farina 00
75 gr semola rimacinata
5 gr lievito di birra
100 gr acqua tiepida
1 cucchiaio d'olio evo
un pizzico di sale

Sciogliere il lievito in un poco d'acqua tiepida (usando quella degli ingredienti). Mettere tutto nella planetaria e far andare per 3-4 minuti a vel.1, aggiungere il sale e continuare a mescolare.
Lasciar lievitare nel boccale, oppure in una ciotola se si impasta a mano, per un'ora circa.
Dividere in tre parti e, aiutandosi con la farina, formare dei pani da 18-20 cm di diametro.
Tenderanno a schiacciarsi perchè l'impasto è morbido.
Infornare subito a 200C per 30 minuti circa.


Vengono dei piccoli pani bassi ma con mollica areata.
Io li ho farciti in vari modi, uno più buono dell'altro!


Con insalata russa e timo

Lattuga, pomodoro e formaggio fresco

Pomodoro, formaggino, olio e origano
Salame, sottilette e verdure varie

Marmellata e formaggio




Un caloroso grazie a Patrizia de 'La melagranata' che ospita l'Abbecedario per la "o" di Otranto, cioè Puglia.



Grazie anche alla Trattoria MuVaRa per aver ideato questa iniziativa.

19 commenti:

  1. conosco quelli ripieni o sbaglio?
    comunque un ottimo suggerimento grazie

    RispondiElimina
  2. A puccia alla vampa è vuota, da farcire.
    Quelle leccesi sono farcite con olive, pomodori, ecc.
    Si fanno subito e sono buonissime!!!
    Baci!

    RispondiElimina
  3. Carissima molto buoni
    viene l'acquolina solo a guardarli e anche veloci direi ......... comodo per quando ci si accporge d'essere senza pane troppo tardi e qui capita spesso .............
    un grosso bacio

    Manu

    RispondiElimina
  4. Mamma mia hanno un'aria così invitante.. e non sembrano troppo difficili da realizzare!! Ho preso nota, grazie e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  5. (^_^) ciao Anna,mmmm gnam gnam che buoni (^_^) un abbraccio baci baci e buon lunedì ♥

    RispondiElimina
  6. Che invitanti... me ne mangerei uno!!

    RispondiElimina
  7. Senti cara ma sono un portento i pani quanto le tue farciture!!! DA PROVARE

    RispondiElimina
  8. Proprio buoni e sfiziosi con tutte queste varianti di ripieno!!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. La mitica puccia con uccelletti e patatine!!! Potrei morire!!!

    RispondiElimina
  10. ma guarda qui che delizia!!!
    bisogna solo farcirli di kebab!!

    RispondiElimina
  11. Deliziosi sembrano tipo arabini, ovviamente lievitati! Me li immagino ripieni tonno e pomodoro!!

    RispondiElimina
  12. ma che belli che sono...hanno un aspetto molto invitante...brava anna!!!

    RispondiElimina
  13. Prego, ragazze, prendete pure!
    Fate metà per uno, altrimenti non bastano....ahahah!!!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  14. mamma mia che bontà!
    Brava!
    Marty

    RispondiElimina
  15. Grazie Marty, se ne vuoi, prego, prendi qurllo che vuoi!
    Baci!

    RispondiElimina
  16. ciao, che meraviglia che vedono i miei cchi, complimenti!
    davvero uno più buono dell'altro!

    RispondiElimina
  17. Ciao dolce Betty, grazie!
    Ma ho visto da te delle squisitezze......
    penso che mi affaccerò spesso!
    Baci!

    RispondiElimina
  18. Ero convinta di averti mandato il mio commento, ma ieri la connessione faceva i capricci :(

    Questa ricetta è squisita!! Grazie infinite!
    E grazie per la tua generosa e preziosa partecipazione all'Abbecedario!!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)